Arriva il programma “GOL”: Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori (aggiornata al 4 marzo 2022)

Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori (GOL)

Il progettoGOL” – Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori è la punta di diamante del programma nazionale del governo per il rilancio delle politiche attive del lavoro. Il finanziamento previsto complessivo ammonterà a 4,9 miliardi di euro tra PNRR e React-EU.

Programma GOL, cosa c’è da sapere

Il programmaGaranzia di Occupabilità dei Lavoratori” prevedrà diverse misure, tra cui: presa in carico e profilazione, formazione e ricollocazione/reinserimento lavorativo.

A chi si rivolge

I destinatari del progetto GOL (circa 3 milioni entro il 2025) sono:

  • Inoccupati e disoccupati di categorie deboli (donne, disoccupati di lunga durata, persone con disabilità, under 30, over 55);
  • Percettori di sostegno al reddito (Dis-coll e Naspi, RdC, CIG);
  • Persone in transizione occupazionale;
  • Working Poor (precari o con salari non dignitosi).

Percorsi di ricollocazione lavorativa

I percorsi varieranno a seconda del profiling del destinatario. In base allo status lavorativo, infatti, sono previsti quattro differenti azioni che aiuteranno i soggetti interessanti a trovare un nuovo impiego:

1. Profili con alta occupabilità ed in possesso delle competenze già richieste dal mercato

  • percorso lineare di reinserimento lavorativo;

2. Profili con fabbisogno di adeguamento delle competenze

  • percorso di aggiornamento ‘upskilling’, ovvero interventi formativi di breve durata e dal contenuto professionalizzante;

3. Profili con fabbisogno di nuove competenze

  • percorso di riqualificazione ‘reskilling’, ovvero una cospicua e intensa attività formativa della durata anche di 300 ore;

4. Profili con bassa occupabilità

  • percorso di lavoro e inclusione con attivazione di una collaborazione con la rete dei servizi territoriali (educativi, sociali, sanitari, di conciliazione).

Infine, a queste si aggiungerà una quinta azione riservata esclusivamente alla ricollocazione collettiva in casi di crisi aziendali.

Tempi e modalità di attuazione del programma GOL

Il programma GOL dovrà essere finalizzato entro il mese di settembre 2021, attraverso un decreto interministeriale condiviso con le Regioni. Saranno queste ultime, infatti, a farsi carico dell’attuazione del progetto, con il supporto dell’ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro).

Al via il Piano Garanzia occupabilità: dote da 880 milioni

In arrivo una prima attuazione del programma GOL. Un decreto interministeriale, firmato dai ministri del lavoro e dell’Economia, rispettivamente Andrea Orlando e Daniele Franco, ha avviato la procedura per lo stanziamento di 880 milioni di euro (20% del totale di 4.4 miliardi previsti dal governo) in favore delle regioni, per attuare politiche attive e formazione in ambito lavorativo.

Il decreto interministeriale fissa i criteri per l’assegnazione delle risorse tra le regioni e le provincie autonome, considerando le quote di cittadini che usufruiscono della Naspi, della Cig, del reddito di cittadinanza e che risultano disoccupate. È prevista l’attribuzione del 75% della somma dovuta dopo l’avvio dei programmi e l’erogazione dell’importo restante quando risulti spesa almeno metà della cifra assegnata.

Accordo tra le regioni sui criteri di ripartizione degli 880 milioni

Come richiesto dalle regioni del Nord, aumenta il peso ponderato attribuito alle persone in cerca di occupazione. Superata l’impasse, il programma comunque non partirà subito. Gli enti locali, infatti, devono adottare entro 60 giorni il Piano regionale per l’attuazione di GOL, su cui l’Anpal dovrà pronunciarsi entro altri 30 giorni. Ciò significa che, se tutto va bene, il piano di potenziamento delle politiche attive, annunciato lo scorso 27 febbraio, sarà operativo non prima del prossimo gennaio.

Programma GOL, pubblicato il decreto da 880 milioni

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale (serie generale n. 306 del 27 dicembre 2021) il decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali: Adozione del Programma nazionale per la garanzia di occupabilità dei lavoratori (GOL). Consultalo qui: GU Serie Generale n. 306 del 27-12-2021

Programma GOL, il punto della situazione al 4 marzo 2022

Il programma GOL sta per partire e l’Anpal è al lavoro per definire le linee guida e le istruzioni operative. Ci sono ancora dubbi circa la divisione di attività tra Agenzie per il lavoro e Centri per l’impiego.

Stando alle indiscrezioni, la prima Regione a partire dovrebbe essere la Lombardia e, a seguire, dovrebbe toccare a Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Abruzzo, Puglia e Campania.

Intanto, in attesa di informazioni più certe, ricordiamo quali sono i beneficiari del programma:

  • Beneficiari di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro: le specifiche categorie di lavoratori saranno individuate nell’ambito della prossima riforma degli ammortizzatori sociali; a legislazione vigente, si tratta dei lavoratori per i quali cioè sia prevista una riduzione superiore al 50% dell’orario di lavoro, calcolato in un periodo di 12 mesi.
  • Beneficiari di ammortizzatori sociali in assenza di rapporto di lavoro: disoccupati percettori di NASPI o DIS-COLL.
  • Beneficiari di sostegno al reddito di natura assistenziale: percettori del Reddito di cittadinanza.
  • Lavoratori fragili o vulnerabili: giovani NEET (meno di 30 anni), donne in condizioni di svantaggio, persone con disabilità, lavoratori maturi (55 anni e oltre).
  • Disoccupati senza sostegno al reddito: disoccupati da almeno 6 mesi, altri lavoratori con minori opportunità occupazionali (giovani e donne, anche non in condizioni fragilità), lavoratori autonomi che cessano l’attività o con redditi molto bassi
  • Lavoratori con redditi molto bassi (i cosiddetti working poor): il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo sia inferiore alla soglia dell’incapienza secondo la disciplina fiscale.

Per saperne di più sul programma, consulta gratuitamente la nostra guida:

 

Per maggiori informazioni scrivici a politicheattive@formamentisweb.it